La Tecnologia

Il Terminale di rigassificazione “FSRU Toscana” è stato realizzato sulla base di tecnologie sicure e ampiamente testate, con l’uso di sottosistemi e componenti già adottati da lungo tempo nei diversi settori dell’industria petrolifera e del gas. I bracci per il carico del GNL sono utilizzati nei vari terminali di rigassificazione da oltre 40 anni; il sistema di ancoraggio tramite catene è largamente utilizzato sui terminali galleggianti per lo stoccaggio e la produzione di petrolio.

La rigassificazione è un sistema che prevede la liquefazione del gas metano presso i paesi produttori per consentire il trasporto via nave verso i paesi consumatori, dove viene rigassificato, cioè riportato allo stato gassoso.

Per consentire questo tipo di trasporto, il gas estratto nei paesi che possiedono giacimenti naturali viene raffreddato alla temperatura di -161°C per portarlo alla forma liquida, riducendone il volume di oltre 600 volte. In questo modo, una sola nave può contenere grandi quantità di gas rendendo il trasporto economicamente sostenibile. Una nave metaniera può trasportare fino a 266.000 metri cubi di GNL – Gas Naturale Liquefatto – equivalente a circa 160 milioni di metri cubi di prodotto in forma gassosa.

Via mare il GNL raggiunge direttamente i paesi consumatori dove, attraverso appositi impianti, viene riportato allo stato gassoso – appunto rigassificato – per essere immesso nelle reti di distribuzione. Il processo di rigassificazione è ottenuto immettendo il gas in uno scambiatore di calore in cui scorre un liquido più caldo, normalmente acqua di mare, la cui temperatura naturale è sufficiente per scaldare il GNL e riportarlo allo stato gassoso.

Il trasporto del GNL via mare è un’alternativa vantaggiosa che consente di acquistare liberamente gas in tutto il mondo senza essere condizionati dal collegamento via gasdotto con i paesi produttori.

tecnologia-01

  • Estrazione del gas nei paesi produttori
    Il gas viene raffreddato per portarlo allo stato liquido (GNL) e consentirne il trasporto.
  • Le navi “metaniere” trasportano il gas ai paesi consumatori consentendo loro di rendersi indipendenti dalla rete dei gasdotti.
  • Attraverso gli impianti di rigassificazione, il GNL viene riportato allo stato gassoso e immesso nella rete di trasporto e distribuzione del gas.